Salta al contenuto

Sostanze chimiche nei prodotti per la pulizia

Le sostanze chimiche consentono ai prodotti per la pulizia di agire. È importante controllare sempre le etichette per usarli in modo sicuro.

Detersivi per bucato, detergenti multiuso, detersivi per piatti: contengono tutti sostanze chimiche chiamate tensioattivi o materiali tensioattivi. Riducono la tensione superficiale tra l’acqua e il grasso (olio liquido o grasso solido) in modo che i due possano miscelarsi, l’acqua possa trattenere il grasso e lavarlo via. Ecco perché laviamo gli indumenti sporchi con il detersivo: riesce a rimuovere lo sporco in forma solida o liquida.

Se esaminate gli ingredienti di un prodotto per la pulizia, scoprirete anche molte altre sostanze chimiche. Ad esempio, i detergenti biologici contengono enzimi che contribuiscono a sciogliere e rimuovere il grasso, ma anche gli alimenti e altri depositi. Diverse sostanze chimiche sono anche utilizzate per profumare o colorare un prodotto o per aiutare a conservarlo.

Un regolamento per prodotti più sicuri

Nell’UE diverse norme mirano a rendere più sicuro l’uso di prodotti per la pulizia. Ad esempio, il regolamento in materia di classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze chimiche - il regolamento CLP - disciplina il modo in cui le sostanze chimiche e i prodotti che le contengono sono etichettati e imballati. Se contiene sostanze chimiche pericolose, il prodotto deve essere etichettato con un pittogramma e una spiegazione del suo significato. Ciò aiuta i consumatori a maneggiare in modo sicuro il prodotto e fornisce indicazioni su cosa fare in caso di incidente.

Il regolamento sui detergenti garantisce che solo detergenti contenenti tensioattivi completamente biodegradabili possano essere immessi sul mercato. Inoltre, le loro etichette devono contenere informazioni sugli ingredienti dei prodotti e il dosaggio corretto. Ciò tutela i consumatori contro le allergie e contribuisce a evitare l’uso eccessivo di detergenti.

E l’imballaggio?

Il regolamento CLP mira anche a rendere gli imballaggi più sicuri per i bambini. I prodotti per la pulizia contenenti sostanze chimiche pericolose non devono apparire attraenti per i bambini e non devono sembrare simili agli imballaggi per prodotti alimentari o medicinali. Devono inoltre essere chiusi in un modo che impedisca ai bambini di aprirli facilmente: per esempio, con un tappo che richieda l’uso di entrambe le mani per aprirlo.

Le capsule di detersivo liquido devono essere resistenti alla pressione e non possono sciogliersi troppo rapidamente. Contengono una sostanza aromatizzante che provoca un effetto repulsivo se un bambino mette la capsula in bocca. Inoltre, l’imballaggio esterno delle capsule monouso deve essere opaco in modo da rendere più difficile per i bambini vedere le singole capsule all’interno.

Suggerimenti per un uso più sicuro

  • Controllare le etichette dei prodotti utilizzati e seguire le istruzioni per accertarsi di maneggiarli e conservarli in modo sicuro. I pittogrammi di pericolo mostrano il tipo di danno che il prodotto può causare alla salute o all’ambiente. Le etichette contengono anche informazioni su cosa fare in caso di incidente.
  • Scegliere detergenti rispettosi dell’ambiente dotati di marchio di qualità ecologica ufficiale, ad esempio il marchio di qualità ecologica UE o il marchio di qualità ecologica nordico.
  • Utilizzare sempre prodotti per la pulizia seguendo le istruzioni. Alcuni prodotti possono provocare reazioni allergiche e irritare la pelle e gli occhi. Ad esempio, disgorganti e detergenti per toilette possono contenere sostanze corrosive che possono provocare gravi ustioni cutanee e lesioni oculari. Detersivi per lavastoviglie, disincrostanti e detergenti per il forno possono anche nuocere seriamente alla salute se non correttamente maneggiati.
  • Occorre ricordare di conservare i prodotti per la pulizia lontano dalla portata di bambini o animali domestici e fare attenzione a non mescolare prodotti per la pulizia diversi o a cambiare contenitore per conservare il contenuto.

Per saperne di più


Route: .live1